I Carmelitani e lo Scapolare

Risultati immagini per lo scapolare dei carmelitani

 

I Carmelitani  nacquero in Terra Santa, presso il Monte Carmelo. Nel XIII secolo dovettero andarsene dal Carmelo a causa della pressione musulmana che stava riconquistando i luoghi santi. Arrivati ​​in Europa, scoprirono che il Concilio IV del Laterano aveva vietato la creazione di nuovi ordini religiosi nati dopo il 1215. Tanti vescovi non accettarono, perciò, la presenza dei padri Carmelitani nelle loro diocesi, perché affermavano che appartenevano a un Ordine nuovo e sconosciuto.

 

Era inutile  che i Carmelitani ricordassero le loro origini sul Monte Carmelo e che la loro Regola fosse stata promulgata dal Patriarca di Gerusalemme. Sebbene i successivi Papi scrivessero diverse lettere di raccomandazione per i Carmelitani, le persecuzioni si susseguirono, raggiungendo in alcuni casi il divieto di celebrare il culto pubblico nelle loro chiese e lo smantellamento dei loro poveri conventi.

 

Molti amici dell'Ordine  suggerirono di cercaredi mettersi sotto la protezione di un signore feudale, al quale offrirono la loro ubbidienza, secondo le usanze del tempo; ma molti Signori feudali rifiutarono, affermando sempre che l'unica Signora che servivano e che doveva difenderli era la Vergine Maria.

 

A quel tempo  la povera gente non possedeva molti vestiti. Normalmente avevano solo una tunica, che era protetta con una specie di veste o grembiule grande durante il lavoro. Questo indumento protettivo era chiamato "scapolare" perché cadeva dalle "scapole" (spalle) che coprivano il petto e le spalle e i padri carmelitani avevano adottato uno scapolare marrone usato dai poveri e dai diseredati. Nel frattempo, hanno continuato a fare affidamento sull'aiuto di Maria.

 

La tradizione parla di un padre generale dell'Ordine di origine inglese, San Simone Stock, che essendo molto devoto alla Santa Vergine, la  pregava ogni giorno affinché cessassero le persecuzioni contro l’ordine Carmelitano. Recitava sempre la seguente frase:  Flos Carmeli, Vitis Florigera, Splendor Coeli, Vergine puerpera, Singularis, Mater mitis, Sed viri nescia, Carmelitis sto Propitia, Stella maris («Fior del Carmelo, Vite Fiorita, Splendore del Cielo, Tu solamente sei Vergine e Madre. Madre Mite! Donna senza macchia, ai tuoi figli sii propizia, Stella del mare»).

 

Il prodigio avviene nel 1251. La tradizione carmelitana afferma che  Vergine Maria apparve a san Simone Stock con uno scapolare marrone tra le mani e la stessa Vergine Maria disse: «Questo scapolare è il segno della mia protezione». Da allora le persecuzioni cessarono e lo scapolare divenne un segno di consacrazione a Maria e alla sua continua protezione.

 

Intorno allo scapolare le tradizioni si sono moltiplicate. La più importante è quella del privilegio "Sabatino": Papa Giovanni XXII, sognò la Vergine del Carmelo che gli disse che lei stessa avrebbe rimosso dal purgatorio, nel giorno di sabato, l’anima che portava con devozione  lo Scapolare.

 

Con questo motivo  nacquero numerose "confraternite di anime" che offrirono messe per le anime del purgatorio sugli altari della Virgene del Carmelo. Molti dipinti e rilievi la raffigurano con le anime del purgatorio ai suoi piedi e con gli angeli che tirano fuori dalle fiamme coloro che sono coperti dallo scapolare.

 

Nel corso dei secoli ci  sono innumerevoli fedeli che hanno indossato lo scapolare come segno del loro amore per Maria. Ci sono anche molti prodigi e conversioni che la Vergine ha fatto tra coloro che indossano questo umile indumento con fede e devozione.

 

Pio XII  scrisse: "La devozione allo Scapolare ha fatto scorrere un immenso fiume di grazie spirituali e temporali nel mondo".

 

Paolo VI : "Tra le devozioni e le pratiche di amore per la Vergine raccomandati dal Magistero della Chiesa nel corso dei secoli sono: il rosario mariano e l’utilizzare lo Scapolare."

 

Giovanni Paolo II,  come ha sempre portato e lo ha raccomandato molte volte, dicendo: "Nel segno dello Scapolare si evidenzia una sintesi efficace di spiritualità mariana che alimenta la vita dei credenti, sensibilizza la presenza amorosa della Vergine Madre. Lo scapolare è essenzialmente una "abitudine", infatti, Chi lo riceve viene aggiunto all'Ordine del Carmelo, dedicato al servizio della Vergine per il bene della Chiesa e sperimenta la dolce e materna presenza di Maria. Ho anche indossato lo scapolare della Carmen sul mio cuore per molto tempo! "

 

Benedetto XVI ha  detto: "Lo scapolare è un segno particolare di unione con Gesù e Maria. Per chi lo indossa, è un segno di abbandono filiale e fiducia nella protezione della Vergine Immacolata. Nella nostra battaglia contro il male, Maria, nostra Madre, ci avvolge nel suo manto ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *